Roscón de reyes: il dolce spagnolo dell’Epifania

Il roscón de Reyes é un dolce spagnolo che si mangia solitamente il 6 gennaio, per festeggiare l’Epifania. Tradizionalmente in Spagna (così come in Italia) non era Babbo Natale a portare doni ai bambini ma i Re Magi la notte tra il 5 e il 6 gennaio. I bimbi scrivono delle letterine a Los Reyes Magos (Melchor, Gaspar e Baltasar) chiedendo i regali che desiderano ricevere. Il 5 gennaio in tutto il territorio spagnolo, grandi città e paesi si attende la Cabalgada de los Reyes, festeggiata con carri allegorici, feste e sfilate, per ricordare l’arrivo dei Re Magi.




Roscón de reyes con panna





Com’è fatto il Roscón de reyes

Il roscón de Reyes si può mangiare con o senza panna e viene riempito in diversi modi. Si tratta di un dolce molto elaborato a forma di ciambella, decorato con pezzi di frutta candita colorata e molto zucchero condensato. Il roscón si mangia a colazione o a merenda, tra il 5 ed il 6 Gennaio ma più in generale durante tutte le feste natalizie.




Le origini

Le origini di questo dolce tipico non hanno molto a che vedere con i Re Magi. Andando a ritroso nel tempo, scopriamo che si sviluppano a partire dalle celebrazioni delle Saturnali romane, le feste dedicate al dio Saturno. In occasione di queste feste si preparavano, infatti, torte rotonde con fichi, datteri e miele da distribuire a plebei e schiavi. Nel III secolo fu poi introdotta la tradizione di inserire in queste torte una fava secca: colui che trovava la fava era il Re dei Re per un giorno. Una tradizione viva ancora oggi in Spagna,  dove ogni Roscón de Reyes contiene una fava secca o una statuina del re. Chi trova la statuina diventa Re per un giorno, chi trova la fava dovrà acquistare il roscón l’anno seguente.




Roscón de reyes

Prenota il tuo viaggio

I nostri consigli:

  • Cosa mettere in valigia: una statuina in porcellana dei Re Magi
  • Libro da leggere: I re Magi. Leggenda cristiana e mito pagano tra Oriente e Occidente di Franco Cardini
  • Periodo consigliato: autunno, primavera, estate
  • Viaggio da fare: in gruppo, in famiglia
  • Aforisma: "I Magi rappresentano gli uomini di ogni parte della terra che vengono accolti nella casa di Dio. Davanti a Gesù non esiste più divisione alcuna di razza, di lingua e di cultura: in quel Bambino, tutta l’umanità trova la sua unità." (Papa Francesco)

Leggi altri articoli

VUOI ESSERE IL PRIMO A RICEVERE SCONTI ESCLUSIVI?

Iscriviti alla newsletter

  • Acconsento alla cessione della mia email a terzi per finalità di marketing secondo l'informativa resa (art.5.6);

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link