Walk of Peace:il cammino più bello d’Europa

Il cammino “Walk of Peace – Lo sviluppo sostenibile del patrimonio della Prima Guerra Mondiale tra le Alpi e l’Adriatico” è un suggestivo cammino transfrontaliero tra Friuli Venezia Giulia e Slovenia. Si è aggiudicato il primo premio come miglior progetto Interreg d’Europa 2020 ed è stato definito il cammino più bello d’Europa. Ripercorre i luoghi più importanti della Grande Guerra ed è il risultato di un progetto iniziato nel 2019.




Monte Matajur



Il percorso

Il percorso sarà completo di segnaletica nel 2021, partirà da Lod Pod Mangartom (Bretto) frazione del comune sloveno di Plezzo e giungerà a Trieste concludendosi davanti alla scenografica Piazza dell’Unità. Durante il cammino si potranno conoscere ed approfondire luoghi, vicende e battaglie avvenute proprio in questi luoghi. Ben 420 chilometri di cammino suddivisi in 25 tappe: 12 in Slovenia e 13 in Friuli Venezia Giulia. L’itinerario prevede due anelli storico-naturalistici, uno che tocca l’area di Gorizia e Nova Gorica-Medeazza e l’altro che attraversa le zone di Caporetto e Cividale del Friuli.

Sul versante italiano, si potranno scoprire (o riscoprire!) eccezionali luoghi dall’alto valore storico-culturale oltre che naturalistico. Come, ad esempio, il bel borgo di Cividale del Friuli, il Monte Matajur, le Valli del Natisone, Gorizia o il Carso isontino con la Riserva naturale dei Laghi di Doberdò e Pietrarossa.




Fortezza di Kluze



La Prima Guerra Mondiale: un patrimonio storico

Tantissimi i luoghi importanti della memoria anche sul versante sloveno con la Chiesa di Javorca, il Museo della Grande Guerra di Caporetto, la Fortezza di Kluze e il Monumento alla Pace di Cerje.

Lungo i 420 chilometri si snodano infatti alcuni dei luoghi simbolo del conflitto sul fronte isontino come il Museo della Grande Guerra di Gorizia, il Museo all’aperto dell’altopiano del Kolovra, il percorso storico del Monte Brestovec, l’Ossario di Oslavia, o il parco tematico della Grande Guerra di Monfalcone.

Il progetto, ovviamente, non termina qui. Saranno svolti studi, allestite mostre ed eventi culturali e commemorativi per rafforzare la conoscenza generale e la consapevolezza del patrimonio della Prima Guerra Mondiale. L’obiettivo finale è il rafforzamento della conoscenza e consapevolezza di un patrimonio comune e l’incentivazione dello sviluppo del turismo culturale sostenibile.

Prenota il tuo viaggio

I nostri consigli:

  • Cosa mettere in valigia: scarpe da trekking
  • Libro da leggere: I sonnambuli: come l'Europa arrivò alla Grande Guerra di Christopher M. Clark
  • Periodo consigliato: primavera, estate
  • Viaggio da fare: da soli, in coppia o in gruppo
  • Aforisma: Non è sufficiente parlare di pace. Bisogna crederci. E non basta crederci. Bisogna lavorarci sopra. (Eleanor Roosevelt)

Leggi altri articoli

VUOI ESSERE IL PRIMO A RICEVERE SCONTI ESCLUSIVI?

Iscriviti alla newsletter

  • Acconsento alla cessione della mia email a terzi per finalità di marketing secondo l'informativa resa (art.2.3);

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link