Weekend nel Gargano: uliveti, trabucchi e falesie sul mare

Il Gargano, noto anche come Sperone d'Italia, è uno dei principali poli turistici pugliesi. Si tratta di una subregione dell'Italia che coincide con l'omonimo promontorio montuoso che si estende nella parte settentrionale della Puglia. È interamente circondato dal Mare Adriatico, tranne ad ovest, dove confina con il meraviglioso Tavoliere. Seguiteci in questo breve itinerario in quest’angolo selvaggio ed affascinante della Puglia.




Peschici





Peschici

Il nostro itinerario parte alla scoperta di Peschici, una piccola cittadina bianca ed azzurra nella quale anche solo perdersi tra i vicoletti del centro storico è un’esperienza indimenticabile. Peschici fa parte del Parco Nazionale del Gargano. Località balneare nota per la qualità delle sue acque, è stata più volte premiata della Bandiera Blu. La città di Peschici sorge su una rupe in una splendida posizione a picco sul mare. Meta apprezzata dai turisti, conserva tuttavia il suo fascino autentico, retaggio della dominazione araba.




Il Parco Nazionale del Gargano

Potremmo definirlo “una regione nella regione”: più di 120.000 ettari che ospitano innumerevoli habitat ed aree protette tra cui la Riserva Marina delle Isole Tremiti, unica nel suo genere. Nell’entroterra del promontorio garganico troverete invece la Foresta Umbra,  grande habitat già presente in epoca preistorica. Potete visitare il Parco in bicicletta o a piedi sfruttando itinerari ed escursioni di tipo sportivo, naturalistico, enogastronomico, storico-artistico e religioso. Gli habitat più selvaggi si alternano ai campi, tra ulivi e vigneti in un percorso ricco di panorami unici ed indimenticabili.




Le coste del Gargano





Rodi Garganico

Altra tappa imperdibile per l’azzurro delle sue acque è Rodi Garganico, splendido centro balneare posto sempre all’interno del Parco Nazionale del Gargano. Bellissimo il castello, storica residenza di Ferdinando d’Aragona, ed il centro storico cittadino. Un labirinto di vicoletti, giardini e casette deliziose. Visitate assolutamente le chiese di San Nicola di Mira e di San Pietro e il Santuario della Madonna della Libera, oltre allo straordinario Belvedere, dove si apriva la principale porta cittadina. Rodi Garganico dispone di un porto che le assicura collegamenti con le Isole Tremiti e scambi con le coste dalmate. Se avete modo di prolungare il soggiorno non fatevi sfuggire l’occasione di una piccola escursione.





Isole Tremiti

Paradiso per gli amanti del Mare, le Isole Tremiti si caratterizzano per le incredibili acque blu e l’incontaminata bellezza del paesaggio. Non a caso l’arcipelago è stato denominato la “Perla dell’Adriatico“. Il mare delle isole è diviso in tre zone. L’isola di Pianosa dove è vietata la balneazione, la navigazione e qualsiasi forma di pesca. L’area tra il faro di Punta Provvidenza e Punta Secca e Caprara dove è vietata la pesca subacquea e la navigazione: le immersioni sono consentite previo permesso delle autorità. Infine l’area restante di San Domino, Caprara e tutta l’isola di San Nicola, dove, oltre alle immersioni, è consentita la pesca sportiva. Le Tremiti ogni anno accolgono migliaia di turisti da tutto il Mondo.

 

Prenota il tuo viaggio

I nostri consigli:

  • Cosa mettere in valigia: Scarpe da trekking e macchina fotografica
  • Libro da leggere: Gargano e Tremiti - Guide turistiche Touring club italiano
  • Periodo consigliato: primavera, estate
  • Viaggio da fare: In coppia o in famiglia
  • Aforisma: "La Puglia nel suo impireo di sole, nelle sue pieghe carsiche, nella sua ordinata resistenza di innumerevoli plotoni affiancati di ulivi, e il cielo sempre azzurro che lambisce il mare senza staccarsene."(Cesare Brandi)

Leggi altri articoli

VUOI ESSERE IL PRIMO A RICEVERE SCONTI ESCLUSIVI?

Iscriviti alla newsletter

  • Acconsento alla cessione della mia email a terzi per finalità di marketing secondo l'informativa resa (art.2.3);

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link