Guida per viaggiatori “zero waste”

O forse sarebbe più onesto definirci “less waste”? In ogni caso noi siamo convinti che sia assolutamente possibile viaggiare in maniera consapevole producendo meno rifiuti possibili. Se vi interessa capire come farlo date un’occhiata a questa veloce guida ed approfondite i punti sui quali vi sembra più facile lavorare. Viaggiare in maniera più consapevole è assolutamente possibile, basta un po’ di attenzione.




Viaggiare "zero waste"





Pianificare il viaggio

Se il vostro obiettivo è viaggiare a basso impatto ambientale, sappiate che è quasi impossibile farlo senza pianificare il vostro itinerario. Viaggiare a zero consumi è impossibile, quindi bisogna capire bene quali percorsi seguire, cosa mettere in valigia, dove soggiornare e cosa visitare per ridurre al minimo il nostro impatto ambientale. Viaggiare in modo consapevole pianificando il proprio percorso e le proprie esperienxe di viaggio ti permetterà anche di entrare maggiormente in sintonia con la cultura ed i luoghi che deciderai di visitare.




Gli spostamenti

I mezzi di trasporto scelti durante un viaggio sono sicuramente la variabile che pesa maggiormente sull’impatto ambientale dello stesso. Quindi cerca di scegliere il mezzo (o i mezzi) col minore impatto ambientale (magari preferendo un treno o un pullman ad un volo di linea). Una volta giunto a destinazione cerca di sfruttare i mezzi pubblici per quanto possibile. Anche in questo caso si tratta di una scelta che ti permetterà di entrare maggiormente in contatto con il luogo che visiti (le persone, le abitudini) e magari anche di risparmiare. Secondo il Rapporto ambientale sull’aviazione europea 2019 le emissioni di CO2 legate al trasporto aereo in Europa sono aumentate del 10% solamente negli ultimi 4 anni. Un trend rafforzato dall’avvento delle compagnie low cost e da tutte quelle persone che decidono di sfruttarne le offerte per concedersi una giornata di shopping a Londra o a Parigi. Ovviamente la pandemia ha cambiato molto la situazione ma ricordati che, se vuoi davvero viaggiare “zero waste”, devi cercare di prendere un aereo solo se davvero indispensabile. In questo caso cerca di capire quali sono le compagnie aere che adottano policy ambientali e programmi basati sui “carbon offset credits” (strategie di compensazione da carbonio) o preferisci voli senza scali.




Il soggiorno

Per quanto riguarda la sistemazione ovviamente ti consigliamo di scegliere quella che si addice maggiormente alle tue esigenze ed abitudini di viaggio. Seleziona con cura la struttura prediligendo quelle a basso impatto ambientale e che adottino politiche rispettose dell’ambiente. Ad esempio offrendo menù vegan e km 0, strutture che hanno sostituito i kit di cortesia monouso con dispenser di sapone, ecc. In questo caso potrebbero tornarti utili le numerose certificazioni che attestano il grado di sostenibilità delle strutture alberghiere. Come Ecolabel Ue, il marchio dell’Unione Europea che certifica prodotti e servizi che garantiscono elevati standard e sono al contempo caratterizzati da un ridotto impatto ambientale. Oppure, in Italia, le certificazioni di Eco Bio Turismo Icea per agriturismi, bed & breakfast, hotel, camping e ostelli.




Cosa mettere in una valigia "zero waste"





Piccole abitudini

Porta sempre con te una borraccia e snack. Evita di stampare i biglietti facendo il check-in online ed adotta i sistemi digitali messi a disposizione dalle compagnie aeree per la lettura degli biglietti. Lo stesso vale per tutte le altre tipologie di biglietti e prenotazioni utili durante il viaggio. Insomma, dove possibile, sfrutta la tecnologia per ridurre lo spreco di carta. Decidere quali prodotti per l’igiene personale mettere in valigia è molto più semplice di quanto si possa pensare, se già a casa il vostro è un bagno “zero waste”: prediligi prodotti solidi o in polvere o flaconcini ricaricabili. Utilizzate prodotti lavabili al posto degli “usa e getta” ed evitate di usare i kit di cortesia offerti. Mettete in valigia anche dei kit utili per quando vi troverete a mangiare fuori, utili per evitare di usare ad ogni pasto utensili di plastica. (come posate in bamboo e tovaglioli di stoffa). Ultimo ma non ultimo ricavate uno spazio per un contenitore ermetico (utile per trasportare pasti e snack durante gite ed escursioni) e per una borsa in cotone da usare per la spesa e gli acquisti.

Prenota il tuo viaggio

I nostri consigli:

  • Cosa mettere in valigia: borraccia e shopper in cotone
  • Libro da leggere: Plastica addio. Fare a meno della plastica: istruzioni per un mondo e una vita "zero waste" di Elisa Nicoli e Chiara Spadaro
  • Periodo consigliato: variabile in base alla destinazione scelta
  • Viaggio da fare: in coppia, da soli o in famiglia
  • Aforisma: Grazie a Dio gli uomini non possono volare e devastare il cielo come hanno fatto con la terra. (Henry David Thoreau)

Leggi altri articoli

VUOI ESSERE IL PRIMO A RICEVERE SCONTI ESCLUSIVI?

Iscriviti alla newsletter

  • Acconsento alla cessione della mia email a terzi per finalità di marketing secondo l'informativa resa (art.5.6);

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link