Abruzzo da scoprire: sei luoghi perfetti per una gita fuori porta

L'Abruzzo è una bellissima regione italiana situata tra l'Adriatico e gli Appennini. L'entroterra è costituito per la gran parte da parchi nazionali e riserve naturali ma la regione comprende anche molti borghi medievali e rinascimentali. Il capoluogo di regione, L'Aquila, è tristemente nota ai più per il terremoto del 2009 ma è ancora in grado di offrire numerose attrazioni. Scopriamo insieme sei destinazioni poco note ma assolutamente imperdibili per conoscere i tesori di questa bellissima regione, che amiamo particolarmente. Puoi infatti trovare altri bellissimi luoghi da scoprire qui.




Alba Fucens




Alba Fucens

Alba Fucens è un suggestivo  sito archeologico risalente al IV secolo a.C. Si tratta di una colonia di diritto latino situata in una strategica posizione elevata e ben fortificata a quasi 1 000 m s.l.m. alle pendici del monte Velino. Si trova in provincia dell'Aquila, ed è un gioiello archeologico ancora tutto da esplorare.




Grotte di Stiffe




Grotte di Stiffe

Le grotte di Stiffe sono un complesso di grotte carsiche situate nei pressi di Stiffe, nel territorio del comune di San Demetrio ne' Vestini, in Abruzzo, ricomprese all'interno del parco naturale regionale Sirente-Velino. La risorgenza di Stiffe è conosciuta da molti anni dagli abitanti del luogo, infatti esistono documenti che ne fanno risalire la conoscenza dei primi ambienti in tempi molto lontani. In prossimità della grotta è possibile ammirare uno degli angoli più belli di tutta la Regione: da una parte la conca aquilana, dominata dalla imponente mole della catena del Gran Sasso d’Italia, dall’altra l’aspra parete rocciosa alta cento metri, che sovrasta l’ingresso della grotta perdendosi nella lussureggiante vegetazione della forra.




Val Fondillo




Val Fondillo

Ricca di verde, di boschi e di rarità naturalistiche è un territorio di confine tra i Marsi, Sanniti e Osci. Abitata fin dalla preistoria, conserva i segni della sua storia millenaria. Area di scontro tra i Romani e le popolazioni locali all'epoca delle guerre Sannite, il territorio ha vissuto nei secoli successivi un relativo isolamento, anche a causa delle difficoltà di accesso sia dal Fucino che dalla Terra di Lavoro, con valichi tutti compresi tra 1450 e 1650 metri. Oggi è uno dei posti più belli del Parco Nazionale D'Abruzzo, Lazio e Molise.




Costa dei Trabocchi




Costa dei Trabocchi            

La Costa dei Trabocchi prende il nome dai tradizionali pontili per la pesca. Si tratta di un lungo tratto del litorale abruzzese, nel medio Adriatico, corrispondente alla maggior parte della costa provincia di Chieti. Molti trabocchi sono stati restaurati e riportati alla loro bellezza originaria ed alcuni sono diventati ottimi ristoranti dove potrai gustare la cucina locale. Scori le tante belle spiagge di questa originale costa italiana.




Cascate del Rio Verde




Cascate del Rio Verde

La riserva naturale regionale e OASI WWF Cascate del Verde è un'area naturale protetta situata nel comune di Borrello, in provincia di Chieti. La riserva comprende un'area di circa 287 ettari ed è stata istituita nel 2001. Le Cascate del Verde sono le Cascate Naturali più alte d’Italia, vengono formate da un triplice salto che complessivamente misura 200 metri. Si possono ammirare nella loro forma e nella loro bellezza durante tutto l’arco dell’anno. Giunti all'ingresso della Riserva Naturale Regionale Cascate del Rio Verde si imbocca immediatamente il Percorso Natura che vi accompagnerà direttamente nel cuore turistico dell'oasi naturale.




Eremo di San Bartolomeo in Legio




Eremo di San Bartolomeo in Legio

L'eremo di San Bartolomeo in Legio si trova su di uno sperone roccioso di circa 50 metri a 700 m s.l.m. nella Majella, nel comune di Roccamorice (Provincia di Pescara), a poca distanza dall'eremo di Santo Spirito a Majella. L´escursione all´Eremo è un percorso immersivo dal grande fascino, durante il quale è possibile incontrare antiche capanne in pietra a secco e muretti per i terrazzamenti. L´Eremo, realizzato nel 1200, ha visto nei secoli successivi una frequentazione ed un culto costante da parte dei pellegrini che ancora oggi rivive nella tradizionale processione del 25 Agosto.

Prenota il tuo viaggio

I nostri consigli:

  • Cosa mettere in valigia: scarpe comode, impermeabile
  • Libro da leggere: La vocazione di perdersi di Franco Michieli
  • Periodo consigliato: estate, primavera, autunno, inverno
  • Viaggio da fare: in coppia o in famiglia
  • Aforisma: È ben difficile, in geografia come in morale, capire il mondo senza uscire di casa propria. (Voltaire)

Leggi altri articoli

VUOI ESSERE IL PRIMO A RICEVERE SCONTI ESCLUSIVI?

Iscriviti alla newsletter

  • Acconsento alla cessione della mia email a terzi per finalità di marketing secondo l'informativa resa (art.2.3);

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link