Milano: 10 cose da vedere assolutamente gratis!

Milano città algida e tremendamente ricca di suggestioni. Proiettata nel futuro ma attaccata alle sue tradizioni ed avvolta da luoghi comuni, spesso duri a morire. Negli ultimi anni la città ha subito un importante restyling, iniziato ben prima dell’Expo del 2015. Questa radicale trasformazione e l’importante evento internazionale, l’hanno portata alla ribalta delle cronache e resa una delle città più chiacchierate (e desiderate) del mondo. Nonostante l’attuale pandemia che sembra aver investito la Lombardia più duramente di altre regioni italiane, Milano resiste e si conferma sempre una destinazione molto appetibile anche se non proprio alla portata di tutti. O così si dice! Oggi vi portiamo con noi alla scoperta di alcune meraviglie urbane visitabili assolutamente gratis. Perché Milano non è soltanto Fashion week e business…




Skyline di Milano





I Navigli e la pista ciclabile della Martesana

Ne abbiamo parlato recentemente in un nostro bell’articolo. I Navigli sono uno dei posti del cuore dei Milanesi DOC. Relax e sole di giorno, movida di notte… Ma soprattutto tanta, tantissima storia. Agli amanti della natura e dell’attività fisica, consigliamo di salire su una bici e dedicarsi ad una bella visita alternativa della città di Milano. Vi basterà fare un giro in bicicletta lungo la pista ciclabile della Martesana per ammirare suggestive ed antiche ville, cascine e borghi che vi proietteranno un’altra epoca!

Se pensate che Milano sia tutta smog e palazzi, questo giro vi farà cambiare idea: il percorso ciclabile è stato realizzato negli anni Novanta e rappresenta un ottimo modo per trascorrere una rilassante giornata nella natura a pochissimi chilometri da Milano. La pista ciclabile della Martesana inizia dalla Cassina de Pomm (angolo via Melchiorre Gioia) e si estende per 30 km, passando per i comuni di Cologno Monzese, Vimodrone, Cernusco sul Naviglio, Cassina dei Pecchi, Bussero, Gorgonzola, Gessate, Inzago e Cassano d’Adda.




Vicolo dei Lavandai

In un angolo del Naviglio Grande, non lontano dalla Darsena di Porta Ticinese, vi imbatterete nello storico Vicolo dei Lavandai, che nonostante il recente restauro conserva intatto il suo fascino. Si tratta di un vero e proprio viaggio nel tempo:  il vicolo prende il nome da un lavatoio (utilizzato fino agli anni Cinquanta) dedicato agli uomini, visto che fino all’Ottocento erano loro ad occuparsi del bucato per le famiglie più abbienti. Visitate la chiesa di Santa Maria delle Grazie al Naviglio (a 100 metri dal vicolo) per ammirare un altare dedicato al patrono dei Lavandai, Sant’Antonio da Padova. Davanti al lavatoio trovate un suggestivo ristorante dall’affascinante atmosfera di inizio secolo.




Gli “igloo” della Maggiolina

Non perdete l’occasione di una passeggiata in una location fantastica, che sembrerebbe uscita da un cartone animato o da una favola. Stiamo parlando del quartiere della Maggiolina, zona Nord di Milano, dove troverete delle simpaticissime case a forma di igloo. Vi basta recarvi in Via Lepanto, a ridosso del Villaggio dei Giornalisti: l’itinerario offre un’esperienza assolutamente unica permettendovi di guardare Milano con altri occhi. Queste particolari casette nascono dall’ingegno di Mario Cavallé, che negli anni Quaranta decise di progettare delle case ispirandosi ai funghi Amanita Muscaria. Potete raggiungere la Maggiolina prendendo la linea 3 della metropolitana (direzione Comasina),  scendendo alle fermata Zara o Sondrio.




Le grandi tombe del Cimitero Monumentale

Il Cimitero Monumentale di Milano ospita alcune delle tombe più straordinarie del mondo: architetture grandiose, magnifici mausolei e suggestive sculture lo rendono un vero e proprio museo a cielo aperto. Qui sono sepolti moltissimi famosi personaggi italiani. Ogni tomba è diversa ed offre interessanti spunti di riflessione. L'ingresso è gratuito ed arrivarci è davvero semplice: basta prendere la M5 e scendere alla fermata Monumentale.




Una statua del Cimitero Monumentale





Arte contemporanea al Pirelli HangarBicocca

Se vi  piace l’arte contemporanea non potete assolutamente perdervi il Pirelli Hangar Bicocca. Si tratta di uno spazio espositivo che si trova alla periferia di Milano con ingresso assolutamente gratuito. Ospita un'installazione artistica permanente (I sette palazzi celesti di Anselm Kiefer) oltre a 5 maxi dipinti sui muri dell'hangar. Periodicamente ospita esposizioni temporanee e le diverse aree dello spazio espositivo sono dotate di sistemi di illuminazione davvero suggestivi.  




Street Art Tour

Milano è una città ricchissima di opere di street artist più o meno famosi. Negli ultimi anni la città si è trasformata in un vero e proprio museo a cielo aperto, che si snoda tra i quartieri ed il cui ingresso è assolutamente gratuito.  Organizzare un tour del genere è assolutamente un’occasione per vivere la città in modo alternativo. Basta andare in giro quando le serrande sono abbassate per scoprire che anche i privati apprezzano la street art a Milano. Va detto che non esiste un vero e proprio quartiere dove ammirare la street art: a Nord-Est troviamo il Parco della Martesana, dove ci sono tanti murales ed i famosi “panettoni Pinguino” di Pao. Nei dintorni trovate anche molti “omini rosa”, molto presenti in zona “NOLO”. Spostandoci verso Ovest incontriamo i graffiti di Molino Dorino, nei pressi della Metro, dove si è tenuto un live painting sul passare del tempo come metafora della vita. Scendendo verso zona San Siro, trovate tantissimi lavori sulla via dell’Ippodromo, che porta da Piazzale Lotto allo stadio. Decisamente più a Sud, in zona Porta Genova, Navigli e Darsena trovate un’altra carrellata di murales.




Le Chiese di Milano

Ad eccezione del Duomo, tutte le chiese di Milano sono ad ingresso gratuito. Non esitate e visitate la bellissima Santa Maria presso San Satiro, dove potrete ammirare il trompe l’oeil del Bramante. In Corso Magenta, non perdetevi gli affreschi di scuola leonardesca della Chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore. L’imponente Basilica di Sant’Ambrogio, oltre ad essere una delle chiese più antiche di Milano, è anche un perfetto esempio di romanico lombardo perfettamente conservato. La piccola chiesa di San Bernardino alle Ossa è invece nota per il suo ossario.




I chiostri di Milano

Ci sono pochi luoghi che vantano il fascino dei chiostri. Se volete rifugiarvi in queste oasi di tranquillità, vi consigliamo di andare al Chiostro delle Rane, all’interno del complesso di Santa Maria delle Grazie; oppure di visitare i chiostri universitari di Milano. Meritano assolutamente una visita i Chiostri dell’Università Cattolica (progettati dal Bramante!) e l’immenso Chiostro dell’Università Statale, particolarmente animato durante il Fuorisalone.




Il Belvedere Jannacci





Rinascente e terrazza con vista Duomo

I Grandi Magazzini di Milano sono perfetti per affrontare con stile una giornata di maltempo. E, a prescindere dal clima, salire fino all’ultimo piano e godere della vista sui Tetti del Duomo rappresenta un’esperienza incredibile!

 

Palazzo Lombardia: il Belvedere

Il Belvedere di Palazzo Lombardia in alcuni periodi dell'anno è aperto al pubblico con ingresso gratuito e senza prenotazione. In queste occasioni tutti possono visitare il 39° piano ed ammirare il bellissimo panorama della città di Milano dall'alto.

Prenota il tuo viaggio

I nostri consigli:

  • Cosa mettere in valigia: Scarpe comode, macchina fotografica compatta
  • Libro da leggere: Milano nascosta: Dalle pietre romane alla città che sale di Manuela Alessandra Filippi
  • Periodo consigliato: primavera
  • Viaggio da fare: In coppia o in famiglia
  • Aforisma: Per capire Milano bisogna tuffarvisi dentro. Tuffarvisi, non guardarla come un’opera d’arte. (Guido Piovene)

Leggi altri articoli

VUOI ESSERE IL PRIMO A RICEVERE SCONTI ESCLUSIVI?

Iscriviti alla newsletter

  • Acconsento alla cessione della mia email a terzi per finalità di marketing secondo l'informativa resa (art.2.3);

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link