L’Italia al cinema: 10 film per riscoprire il Bel Paese             

Purtroppo al momento la nostra possibilità di spostarci è assolutamente limitata. Ipotizzare qualsiasi viaggio (soprattutto on the road) è assolutamente fuori discussione.

Siccome siamo anche noi appassionati di viaggio (forse un po’ malati di wanderlust) cle stiamo veramente pensando tutte pur di non annoiarci e non farci assalire dalla wanderlust.

Non possiamo viaggiare col corpo, ma nulla ci vieta di continuare a viaggiare con mente, e da questo punto di vista possiamo dirti che non ci siamo fermati un momento! Documentari, virtual tour, libri, attività per tutta la famiglia e, soprattutto, tanti bellissimi musei online

Dopo averti portato in giro per il mondo “a bordo” di alcune delle pellicole più belle della storia del Cinema, stavolta vogliamo dedicarti alla nostra bellissima Italia. Abbiamo selezionato per te dieci imperdibili film ambientati in diverse parti d’Italia…goditeli tutti!




Vespe per le strade della Capitale




Vacanze Romane (1953) con Gregory Peck e Audrey Hepburn

Uno dei grandi classici. La pellicola è, ovviamente, ambientata a Roma ed è veramente un tributo alla bellezza della nostra magnifica Capitale. Il film racconta le avventure della bella Anna (Audrey Hepburn), principessa ribelle che incontra per caso e si innamora di Joe (Gregory Peck). La scena più iconica, che ha dato vita ad un immaginario duro a morire, vede la Hepburn in sella ad una Vespa guidata da Gregory Peck, mentre sfreccia tra il Colosseo e Piazza Venezia.




La grande bellezza (2013) con Toni Servillo e Sabrina Ferilli

Altro tributo alla magnificenza (ed alla malinconica decadenza) di Roma. Un ritratto impietoso della società contemporanea che si muove abilmente in una scenografia d’eccezione. Se sei affascinato dall’idea di ripercorrere i luoghi principali in cui si svolgono le vicende del film, ti consigliamo di dare un’occhiata al nostro itinerario a tema. La pellicola segue la vita ed i pensieri di Jep Gambardella, scrittore dandy disilluso ma amante della vita mondana.



Italian Job (2003) con Mark Wahlberg e Charlize Theron

Remake del primo Italian Job, del 1969, che ha contribuito a rendere Torino famosa in tutto il mondo. Cambia la location (Venezia) dove degli esperti rapinatori riescono a rubare dei lingotti d’oro da un palazzo eludendo le forze dell’ordine e fuggendo sulle Alpi. La scena più rappresentativa, in entrambe le pellicole, è quella della fuga dei rapinatori a bordo di Mini Cooper: nel film del 1969 avviene attraverso le strade della città piemontese, nel film del 2003 la stessa scena rivive con moderne Mini che sfrecciano per le vie di Los Angeles.




Il Talento di Mr. Ripley (1999) con Matt Damon e Jude Law

Thriller ormai celeberrimo, il film è un vero e proprio tributo all’Italia: compaiono Ischia, Procida, Roma, Venezia, Napoli, la Penisola Sorrentina, Livorno, Palermo e Sanremo (anche se in realtà le scene del casinò sono state girate al Casinò di Anzio). Ambientato alla fine degli anni Cinquanta, il film racconta del giovane Tom Ripley che viene ingaggiato da una ricca famiglia newyorkese per riportare a casa il figlio Dickie. Tom lo raggiunge ad Ischia (nel film chiamata Mongibello), diventa loro amico e si insinua sempre più a fondo nella vita di Dickie e della fidanzata.  




Basilicata coast to coast (2010) con Rocco Papaleo ed Alessandro Gassmann

Una commedia italiana che ci fa scoprire la bellezza di una regione spesso dimenticata. Nel film vengono raccontate le vicissitudini di quattro amici che decidono di partire per un viaggio a piedi da Maratea, sulla costa tirrenica, a Scanzano Jonico, per partecipare a un festival musicale per dare un nuovo senso alle loro vite spente e demotivate. Il film si svolge interamente in Basilicata, tra i comuni di Maratea, Trecchina, Lauria, Tramutola, Spinoso, Aliano, Scanzano Jonico e nella città fantasma di Craco.




Sorrento




Il paziente inglese (1996) con Ralph Fiennes e Juliette Binoche

Ambientato in Toscana, durante la Seconda Guerra Mondiale, il film è un vero e proprio elogio alla bellezza di questa regione. Dopo essere rimasto gravemente ferito in un incidente aereo, il conte László Almásy viene accolto in un convento abbandonato dove viene assistito da una giovane infermiera canadese vedova di guerra. L’uomo non ricorda nulla del proprio passato. La maggior parte delle scene sono state girate a Pienza, in Val D’Orcia, tra il Monastero di Sant’Anna in Camprena (oggi un agriturismo gestito dalla Diocesi), Piazza Pio II e il Castello di Cosona. Ma anche a Ripafratta, in provincia di Pisa, sulla spiaggia di Forte dei Marmi e a Viareggio.




Malena (2000) con Monica Bellucci e Giuseppe Sulfaro

Film iconico di Giuseppe Tornatore, celebra la Sicilia e le sue bellezze barocche. Il film è ambientato nell’immaginario comune di Castelcutò, durante la Seconda Guerra Mondiale e racconta dell’infatuazione del tredicenne Renato per Malena ,la donna più bella del paese. Nella scena più evocativa del film, Malena passeggia da sola attraversando quella che in realtà è la Piazza del Duomo di Ortigia, cuore storico di Siracusa. Tra le location del film anche Marina di Noto e la scogliera di Scala dei Turchi.




Io ballo da sola con Liv Tyler e Jeremy Irons

Film di Bertolucci che narra la storia di Lucy, una diciannovenne americana mandata dal padre presso una famiglia di amici che vivono sulle colline senesi. La casa è una sorta di comunità che ospita intellettuali ed artisti di varia provenienza. Durante la sua permanenza, la ragazza scoprirà l’amore e la verità sulla propria famiglia. Il film è stato girato nei dintorni di Siena: gli interni in un casolare della tenuta Ricasoli, nel Chianti; la scena della festa presso Villa Bianchi Bandinelli di Geggiano, nel comune di Castelnuovo Berardenga.




Il postino con Massimo Troisi e Philippe Noiret

Testamento artistico di Troisi e splendido elogio alla Mediterraneità, il film è ambientato tra Procida (Golfo di Napoli)  e Salina (nelle Eolie). Segue la storia di Mario Ruoppolo che tutti i giorni provvede a consegnare la posta a Pablo Neruda in asilo politico sull’isola, con cui discute di poesia e con cui nasce una sincera amicizia. Una delle scene più importanti del film, quella dell’incontro tra Mario e Beatrice, si svolge sulla spiaggia del Pozzo Vecchio, sul versante occidentale dell’isola di Procida, vicino alla locanda del postino (via Marina di Corricella 43). La famosa Casa Rossa in cui vive il poeta si trova invece nella contrada di Pollara, sull'isola di Salina, dove si svolge la maggior parte delle riprese naturalistiche.

Prenota il tuo viaggio

I nostri consigli:

  • Cosa mettere in valigia: snack ed abiti comodi
  • Libro da leggere: Cinetour. Guida ai set cinematografici d'Italia di Eleonora D'Uffizi
  • Periodo consigliato: tutto l'anno
  • Viaggio da fare: In coppia, da soli
  • Aforisma: La fotografia è verità, e il cinema è verità ventiquattro volte al secondo. (Jean-Luc Godard)

Leggi altri articoli

VUOI ESSERE IL PRIMO A RICEVERE SCONTI ESCLUSIVI?

Iscriviti alla newsletter

  • Acconsento alla cessione della mia email a terzi per finalità di marketing secondo l'informativa resa (art.2.3);

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link